In Italia migliaia di famiglie sperimentano ogni anno l’enorme difficoltà, spesso l’impossibilità, di regalare ai loro cari una vacanza. Il motivo questa volta non è la ristrettezza economica in tempi di crisi, ma la mancanza di strutture in grado di offrire condizioni adeguate di ricettività, sicurezza e assistenza per un familiare  con limitazioni funzionali. Gli ospedali sono luoghi di cura, non di villeggiatura, e non esistono strutture residenziali dove sia possibile continuare ad usufruire di servizi essenziali per la salute mentre è possibile riposarsi, praticare uno sport o anche “soltanto” godersi la compagnia dei propri familiari in una località turistica.

Sanhotel riprogetta il modello della ricettività alberghiera in rapporto logistico-organizzativo con i servizi assistenziali necessari al paziente, così da renderli accessibili nel corso di un normale soggiorno turistico, senza interrompere la propria vacanza.

Il progetto ha come obiettivo il miglioramento della qualità di vita, se non per sempre, almeno per un periodo che restituisca anche alle persone più fragili il gusto di viaggiare e conoscere i luoghi più belli del nostro Paese. Inoltre, la pandemia COVID-19 ha evidenziato la necessità di affiancare competenze sanitarie anche alla normale attività alberghiera per garantire agli ospiti le migliori condizioni di sicurezza in conformità alle normative nazionali e regionali.

 

Il servizio offerto è il soggiorno assistito: un prodotto innovativo ad elevata integrazione che riunisce, in piena sicurezza:

  • Servizi alberghieri convenzionali, in strutture ad accesso facilitato e con caratteristiche di sostenibilità ambientale e di domotica avanzata. Il personale di accoglienza e servizio è di estrazione socio-sanitaria (per qualifica professionale o esperienza pregressa);
  • Servizi di assistenza alla persona, con l’intervento di personale sanitario e consulenze medico-specialistiche coordinate attraverso un call center dedicato e dotazioni di telemedicina; mediante opportune convenzioni con strutture erogatrici sono possibili anche prestazioni specifiche in continuità di cura per particolari condizioni di cronicità/disabilità;
  • Servizi di intrattenimento e benessere (attività fisica adattata) fruibili con modalità adatte a soggetti con limitazioni motorie e funzionali e alla presenza di personale professionale esperto (chinesiologo).
Committente:

Da definire

Obiettivo:

Realizzazione di servizi di soggiorno assistito nell’ambito dell’offerta alberghiera di un player leader di settore

Stato:

Il progetto è in attesa di un gruppo alberghiero con cui realizzare un primo prototipo di servizio.

Vuoi saperne di più su questo progetto?